Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Procedura d’urgenza

Nei casi di comprovata necessità, che sarà comunque vagliata dal responsabile dell’Ufficio, il cittadino italiano può avvalersi dei servizi consolari con procedura d’urgenza.

Per tali istanze il richiedente dovrà pagare, oltre alla tariffa prevista per il servizio, anche i diritti d’urgenza.

L’urgenza dovrà essere giustificata da:

• gravi motivi familiari o di salute, certificati da strutture o autorità competenti pubbliche o private attestanti l’urgenza;

• necessita’ di rinnovare il visto di permanenza in Australia, comprovata da lettera di agenti di immigrazione;

• improrogabili necessità di lavoro, comprovate da una richiesta motivata e sottoscritta da chi ricopre incarichi dirigenziali (completa di nominativo, ruolo e numero di telefono di chi firma) e redatta su carta intestata del datore di lavoro e dalla presentazione della prenotazione del volo o altro titolo di viaggio.

Si ricorda che i benefici della procedura d’urgenza non potranno in alcun modo essere estesi anche ai familiari del titolare.

Per il rilascio del passaporto, se il richiedente non è iscritto all’A.I.R.E., l’Ufficio dovrà acquisire il nulla osta e delega dalla competente Questura.

In assenza di questo, il passaporto non potrà essere rilasciato neanche nei casi di emergenza.