Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Emergenza COVID-19 (coronavirus). Informazioni

Data:

05/03/2020


Emergenza COVID-19 (coronavirus). Informazioni

Agg. 5 agosto ore 10.30 (orario del Queensland)

COVID-19 (CORONAVIRUS) - AGGIORNAMENTI E INFO SUI VOLI PER IL RIENTRO IN ITALIA

MISURE DEL GOVERNO ITALIANO

Sin dalle prime fasi in cui l’epidemia è stata identificata, il Governo italiano ha immediatamente dato una risposta tempestiva all'insorgenza dell'epidemia e continua ad adottare tutti i provvedimenti che, sulla base di valutazioni scientifiche, siano idonei a contenerla. Nell'ambito della cosiddetta fase 2 iniziata il 4 maggio, il DPCM 17 maggio 2020 introduce la riapertura delle attività produttive e consente tutti i movimenti tra Regioni diverse dal 3 giugno.

Sin dal 3 giugno è stata decisa anche la liberalizzazione dei movimenti da e per UE, Schengen, Regno Unito e Irlanda del Nord, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano (senza limitazioni di causa e senza obbligo di quarantena). Dal 3 giugno le persone che entrano o rientrano in Italia da questi Paesi non sono più sottoposte a sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario per 14 giorni, a meno che non abbiano soggiornato in Paesi diversi nei 14 giorni anteriori all’ingresso in Italia. Dal 24 luglio è prescritta la quarantena obbligatoria per chi rientri da Romania e Bulgaria.

Al momento è inoltre sempre consentito l’ingresso in Italia degli stranieri residenti legalmente in Australia (ed altri Paesi) per qualsiasi motivo, fermo restando ancora l’obbligo di isolamento fiduciario per 14 giorni.

E' sempre consentito inoltre, salvo le eccezioni sopra illustrate, l'ingresso in Italia dei cittadini UE, degli stranieri residenti in un Paese UE, dei familiari dei cittadini UE e degli stranieri residenti in un Paese UE (per familiari si intendono: coniugi, uniti civilmente, partner convivente di fatto, figli a carico di età inferiore a 21 anni, ascendenti a carico).

Sussiste il divieto di ingresso in Italia a chi negli ultimi 14 giorni ha soggiornato/transitato in uno dei seguenti Paesi: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Bosnia Erzegovina, Brasile, Cile, Kosovo, Kuwait, Macedonia del nord, Moldova, Montenegro, Oman, Panama, Perù, Repubblica dominicana, Serbia (per Kosovo, Montenegro e Serbia il divieto si applica dal 16 luglio, per tutti gli altri Paesi dell’elenco il divieto si applica dal 9 luglio).

Per maggiori informazioni sulla "FASE 2" si invita a consultare il seguente link: Domande frequenti sulle misure adottate dal Governo italiano

RIENTRO IN ITALIA

Al momento è sempre consentito il rientro in Italia dei cittadini italiani, nonche' degli stranieri residenti legalmente in Australia (categoria in cui non rientrano i cittadini stranieri solo legalmente presenti in Australia ad esempio con un visto per motivi di studio o un WHV), degli stranieri residenti in Italia, dei cittadini UE, degli stranieri residenti in un Paese UE, dei familiari dei cittadini UE e degli stranieri residenti in un Paese UE (per familiari si intendono: coniugi, uniti civilmente, partner convivente di fatto, figli a carico di età inferiore a 21 anni, ascendenti a carico). 

Si prega di prendere visione delle seguenti Risposte a domande frequenti (F.A.Q.) agg.31 luglio sul rientro in Italia che illustrano tutti i casi. I cittadini australiani, i connazionali che siano anche cittadini australiani e i connazionali residenti permanenti in Australia, in base alle disposizioni delle Autorità australiane ed indipendentemente dal fatto che utilizzino il passaporto italiano, per lasciare il territorio australiano dovranno ottenere un permesso di uscita dal Paese, a meno che non ricadano nelle eccezioni previste (ad esempio risiedano abitualmente all'estero) https://covid19.homeaffairs.gov.au/leaving-australia

Chiunque arriva nel territorio nazionale tramite trasporto di linea aereo, marittimo, ferroviario o terrestre, è tenuto ad esibire al vettore all’atto dell’imbarcoo alle forze di polizia in caso di controlli un'autocertificazione di rientro dall'estero (agg. 16 luglio). Si fa presente che chi arriva dall'estero, in Italia non può prendere mezzi di trasporto pubblici diversi da quelli con cui è entrato in Italia (ad esempio, all’arrivo a Fiumicino con l’aereo non si può prendere il treno per recarsi in centro a Roma o in qualsiasi altra destinazione), ma solo mezzi privati (quindi o qualcuno viene a prenderlo all'aeroporto, porto o stazione oppure l'interessato noleggia una macchina o, nei limiti in cui è consentito, prende un taxi o un'auto a noleggio con conducente). Il transito in aeroporto è consentito, purché non si esca dall'area aeroportuale.

Per gli arrivi dall'Australia Resta sempre valido l'obbligo di comunicazione al Dipartimento di Prevenzione dell'Azienda sanitaria competente per territorio al rientro in Italia e l’autoisolamento fiduciario per un periodo di 14 giorni a meno di non ricadere nelle eccezioni previste e consultabili al link del Ministero degli Esteri nella FAQ specifica.

I permessi di soggiorno scaduti fra il 31 gennaio e il 31 luglio 2020 sono prorogati automaticamente fino al 31 agosto; chi ne fosse in possesso e volesse rientrare in Italia dal Queensland o dal Territorio del Nord dovrà chiedere al Consolato un visto di reingresso in caso di transito in un Paese dell'area Schengen; invece in caso di transito in un Paese extra-Schengen sarà sufficiente chiedere al Consolato un'apposita dichiarazione da presentare alla compagnia aerea e alle autorità di frontiera

VOLI CANCELLATI VERSO L’ITALIA

A seguito delle numerose cancellazioni di voli verso le destinazioni italiane, le principali compagnie aeree dovrebbero proporre soluzioni alternative quali l’offerta di protezione su voli verso altre destinazioni europee che consentano i collegamenti con l'Italia.
Se si sta organizzando il rientro, si raccomanda in proposito di rivolgersi al più presto alle compagnie aeree o alle agenzie di viaggio (questo Consolato sconsiglia i motori di ricerca di voli) per assicurarsi senza indugio un posto sul primo volo disponibile verso la UE o farsi assistere nella rimodulazione della tratta europea, se già in possesso di un biglietto o nel rimborso.

Si rappresenta che Qatar Airways fino al 24 ottobre effettua voli diretti Brisbane-Doha 3 volte alla settimana. Da Doha saranno operativi collegamenti diretti con Roma e Milano e sarà possibile effettuare una prenotazione unica da Brisbane per le destinazioni italiane. Resteranno altresi' operativi i voli della Qatar da Sydney e Melbourne per Roma e Milano attraverso Doha, prenotabili da Brisbane in un'unica soluzione di viaggio che prevede collegamenti domestici da Brisbane a Sydney e Melbourne operati da Qantas, Virgin Australia e Jetstar. La compagnia ha comunicato di aver potenziato dal 17 maggio anche i collegamenti domestici interni (ad esempio da Darwin, Cairns, Townsville, Mount Isa, Rockhampton, Mackay), per i voli internazionali in partenza da Brisbane e dalle altre sedi australiane.

https://www.qatarairways.com/en-au/offers/we-will-get-you-home.html  

Al momento Emirates ha 5 Voli la settimana da Sydney (LUN/MAR/GIO/SAB/DOM e 4 Voli la settimana da Melbourne (MER/VEN/SAB/DOM). Il volo da Brisbane per Dubai e di partenza ogni Venerdi. Da Dubai a Milano- Malpensa ci sono 4 Voli la settimana (GIO/SAB/DOM/LUN). Da Dubai a Roma Fiumicino 3 voli alla settimana (MER/VEN/DOM). Al momento gli Emirati Arabi consentono solo passeggeri in transito. Per ulteriori informazioni,  https://www.emirates.com/it/italian/

Etihad ha comunicato di aver ripreso dal 15 maggio la rotta Sydney-Londra il mercoledi' di ogni settimana e Melbourne-Londra il venerdi' di ogni settimana, con sosta ad Abu Dhabi senza scendere dall'aereo ed arrivo al terminal 2 dell'Aeroporto di Heathrow (per prenotazioni 1300 532 215 e https://www.etihad.com/en-au/  ). Per la regolarità del transito a Londra si consiglia di essere già in possesso del biglietto Alitalia da Londra per l'Italia (Milano o Roma) https://www.alitalia.com/it_it/volare-alitalia/voli-speciali/voli-speciali-gb.html #LHR-FCO-Londra-Roma.

A partire dal 1 agosto, Emirates ed Etihad richiedono per l'imbarco la presentazione di un test  COVID-19 negativo effettuato nelle 96 ore precedenti alla data della partenza rilasciato dalle competenti autorità abilitate rilasciato dalle competenti autorità abilitate (si prega di verificare i siti web delle compagnie per maggiori dettagli ed eccezioni).

Lufthansa ha comunicato di aver riattivato i collegamenti per Roma, Milano, Napoli e Palermo da Sydney attraverso Hong Kong e Zurigo (operato da Swiss) ed attraverso Hong Kong e Francoforte, nonche' per Roma, Milano e Palermo da Sydney attraverso Tokyo e Monaco di Baviera. Da Melbourne (sono operativi i collegamenti i collegamenti per Roma, Milano, Napoli e Palermo attraverso Hong Kong e Francoforte. Il volo domestico da Brisbane o Canberra e‘ incluso nell’eventuale tariffa ma puo‘ essere prenotato solo dall’agente di viaggio e non su LH.com o SWISS.com. Per maggiori informazioni si suggerisce di visitare il sito ufficiale della compagnia: https://www.lufthansa.com/it/en/homepage contattare ausupport@dlh.de o chiamare il numero verde della compagnia dedicato 1300 724 666 dal Lunedi al Venerdi dalle 9.00 alle 17.00.

Singapore Airlines ha annunciato il ripristino di transiti per i voli operati da SIA, SilkAir e Scoot in arrivo da Adelaide, Brisbane, Melbourne, Perth, Sydney, Auckland e Christchurch. Non sara’ possibile il transito per altre compagnie aeree e per i voli in ingresso a Singapore a diretti in Australia e Nuova Zelanda. Qui il comunicato https://www.singaporeair.com/en_UK/sg/media-centre/news-alert/?id=kataac8r

Le indicazioni fornite sono di carattere generale e puramente informativo. Il Consolato d’Italia a Brisbane non è da ritenersi responsabile per eventuali modifiche e\o cancellazioni dei voli prenotati che vengono offerti sotto pagamento da vettori privati che non sono in alcun modo collegati a questo Consolato.

Nel caso che il viaggio verso l'Italia preveda un transito internazionale, inclusi scali europei, si prega di verificare le disposizioni nei Paesi di riferimento consultando anche i siti delle Ambasciate e dei Consolati italiani di competenza.

VISTO AUSTRALIANO IN SCADENZA

Il sito del Department of Home Affairs australiano riporta cosa fare in caso di visto in scadenza:

https://immi.homeaffairs.gov.au/visas/visa-about-to-expire/stay-longer#content-index-1    

https://covid19.homeaffairs.gov.au/  

https://www.homeaffairs.gov.au/covid-19/Pages/covid-19-Italian.aspx?lang=Italian

La materia è di esclusiva competenza delle Autorità australiane. Le indicazioni generali delle Autorità australiane sono di fare domanda per un nuovo visto prima della scadenza del visto posseduto per non trovarsi in una situazione di irregolarità.

Si comunica che il Governo australiano ha adottato nuove disposizioni in merito ai temporary visa holders in particolare studenti e titolari di visto vacanza-lavoro. Si prega di visualizzare il seguente documento:

https://minister.homeaffairs.gov.au/davidcoleman/Pages/Coronavirus-and-Temporary-Visa-holders.aspx

Per informazioni sul visto 408 COVID-19 Pandemic visa, quale opzione utile per coloro che potessero essere interessati: https://immi.homeaffairs.gov.au/visas/getting-a-visa/visa-listing/temporary-activity-408/australian-government-endorsed-events

In attesa di una decisione da parte del Department of Home Affairs australiano sulla domanda di visto è anche consigliabile compilare presso una qualsiasi stazione di polizia locale una Statutory Declaration in inglese dove si espone l’impossibilità di rientrare in Italia e la contemporanea scadenza del proprio visto australiano.

Si segnala che le autorità australiane competenti hanno esteso, a beneficio degli aventi diritto ai sensi dell'accordo di reciprocità in materia di assistenza sanitaria Italia-Australia, la validità della copertura sanitaria Medicare, nel caso fosse già validamente attiva, fino al 18 settembre 2020. Nel caso invece in cui la copertura Medicare fosse già scaduta, è ripristinato il periodo di validità dal 18 marzo 2020 al 18 settembre 2020.

Per maggiori informazioni al riguardo si prega di rivolgersi al numero di telefono Medicare 132011 e di consultare il sito:

https://www.servicesaustralia.gov.au/individuals/services/medicare/reciprocal-health-care-agreements/when-you-visit-australia/visiting-from-italy

Per ulteriori approfondimenti e informazioni su viaggi e rientro in Italia, è possibile consultare il documento realizzato ed aggiornato periodicamente dall'Unità di Crisi del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e le FAQs presenti nel sito del Ministero della Salute.

Ministero degli Affari Esteri - FOCUS CORONAVIRUS

Ministero Della Salute - COVID-19, DOMANDE E RISPOSTE

INGRESSO IN AUSTRALIA

A partire dalle ore 21 del 20 marzo 2020, l’ingresso in Australia è consentito solo ai cittadini australiani, residenti permanenti in Australia, cittadini neozelandesi abitualmente residenti in Australia e componenti del nucleo familiare stretto di cittadini australiani o residenti permanenti australiani. Per maggiori informazioni leggasi https://covid19.homeaffairs.gov.au/coming-australia#3https://www.homeaffairs.gov.au/covid-19/Documents/italian/covid-19-coming-italian.pdf 

Chiunque entri in Australia è comunque tenuto ad osservare un periodo di autoisolamento di 14 giorni in un luogo designato dalle Autorità australiane. Dal 1 luglio i costi per l'alloggio e il vitto durante l'isolamento sarà a carico dei viaggiatori in ingresso nel territorio australiano, salvo eccezioni. E' possibile richiedere per alcune ragioni un'esenzione dal pagamento entro 30 giorni dall'emissione della fattura. Si prega di consultare questo documento messo a disposizione dalle autorità del Queensland (CLICCA QUI)

Per maggiori informazioni riguardo alla quarantena in Queensland https://www.qld.gov.au/health/conditions/health-alerts/coronavirus-covid-19/protect-yourself-others/quarantine e nel Territorio del Nord https://coronavirus.nt.gov.au/stay-safe/quarantine 

Per i transiti attraverso l'Australia vedasi qui https://covid19.homeaffairs.gov.au/transiting-australia .

Per transiti di meno di 8 ore serve:

- visto di transito se non si è tra i cittadini dei paesi esenti;

- possesso di biglietto che dimostri la continuazione del viaggio.

Per transiti tra le 8 e le 72 ore serve:

- visto di transito in ogni caso;

- possesso di biglietto che dimostri la continuazione del viaggio;

- specifiche richieste dalle autorità di salute dei diversi stati australiani (per il Queensland non serve più un’autorizzazione all’ingresso).

Il Queensland ha annunciato dall'8 agosto luglio la chiusura delle frontiere interne per l'ingresso in Queensland da New South Wales e Australian Capital Territory, a cui si aggiunge il Victoria rispetto al quale gli accessi erano già vietati:

https://www.covid19.qld.gov.au/government-actions/border-closing

https://www.health.qld.gov.au/system-governance/legislation/cho-public-health-directions-under-expanded-public-health-act-powers/border-restrictions

Il Territorio del Nord limita l'ingresso anche a persone provenienti da altri Stati australiani ai lavoratori non essenziali e altre previste eccezioni, per maggiori informazioni si prega di visionare attentamente https://coronavirus.nt.gov.au/community-advice/border-controls  

Anche altri Stati (Australia occidentale, Australia Meridionale, Tasmania) hanno adottato misure restrittive per l’ingresso nei propri territori salvo viaggi o lavoratori essenziali. Per maggiori informazioni si prega di visionare il sito delle Autorità statali e dei Consolati italiani in Australia e il link di seguito:

https://www.interstatequarantine.org.au/travellers/interstate-quarantine/

Per ulteriori informazioni sull'ingresso in Australia, è possibile consultare le informazioni presenti sul sito Viaggiare Sicuri e le direttive impartite dal Department of Home Affairs australiano e dal Department of Health.

Viaggiare Sicuri - AUSTRALIA

COVID-19 (Novel coronavirus) and Australian visas

https://www.health.gov.au/news/health-alerts/novel-coronavirus-2019-ncov-health-alert

MISURE DELLE AUTORITA’ AUSTRALIANE

Il Primo Ministro Scott Morrison ha annunciato misure stringenti di prevenzione e contenimento in vigore dalle ore 23.59 del 25 marzo, cui si invitano tutti i connazionali ad attenersi scrupolosamente:

https://www.pm.gov.au/media/update-coronavirus-measures-24-March-2020

L’ Australia non permette viaggi all’estero per gli australiani salvo eccezioni approvate dall’Australian Border Force e ha raccomandato il rientro di tutti gli australiani che lo desiderassero al più presto, prima dell’esaurimento delle opzioni commerciali disponibili.

https://www.smartraveller.gov.au/

L'8 maggio il Governo del Queensland ha comunicato di aver deciso di rivedere alcune restrizioni in linea con le indicazioni del Governo federale:

https://www.covid19.qld.gov.au/government-actions/roadmap-to-easing-queenslands-restrictions

Si prega di attenersi scrupolosamente alle disposizioni delle autorità federali e statali.

INFO UTILI

QUEENSLAND HEALTH

RICERCA DI LAVORO  

LAVORO NELLE FARM

RINEGOZIAZIONE AFFITTI

CENTRELINK (ANTICIPO SUPERANNUATION)

MEDICARE


3639